Robert Graves
I Miti Greci
Longanesi, 1983

Recensione di Enrico Pantalone


Non sarò certamente io fare la presentazione di questo illustre antropologo, poeta, romanziere, storico inglese che per generazioni ha rappresentato un punto di congiunzione tra la tradizione popolare e l’accademismo nel porre alla conoscenza del pubblico le sue opere di grande impatto e d’interesse indubbio.
Il saggio “I Miti Greci”, affonda le sue radici in una ricerca antropologica legata all’evoluzione del mondo che Graves interpreta con partendo dal sistema delle due civiltà contrapposte che si susseguono nel mondo conosciuto indo-europeo: dapprima quella predominante femminile terrena che fa riferimento alla costruzione evolutiva del pianeta voluta dalla Dea Terra tra cataclismi e crudeltà, poi quella ultraterrena di predominio maschile più razionale ed equilibrata all’apparenza impostata su Zeus ed Apollo.
Sarà l’unione delle due forze che sembrano contrapposte irrimediabilmente che darà vita, secondo Graves, al mondo ellenico, cioè al mondo occidentale in chiave moderna, attraverso il cosiddetto “Buco Nero” storico, quel periodo di cui non si conosce quasi nulla ancora oggi nel periodo che va tra il 1350 ed il 1100 aC. Circa.
La potenza dei miti della Grecia sopravvive a noi ancora intatta, attraverso una solida  base di tradizione popolare e culturale, grazie alla sua ricchezza ed anche alla sua bellezza irradiata dall’immaginazione, veicolo potente per tenere viva l’esperienza “umana” del tempo.
Graves, nello scrivere usa alle volte toni da narrazione, alle volte invece è molto accademico, è la sua logica, egli tenta di far comprendere paradigmi antropologici non facili e utilizza quindi tutte le risorse di cui può disporre nello scorrimento del testo.
Alle volte ciò che scrive appare più un commento che una spiegazione, per questo il saggio non può essere inteso non può essere inteso in senso “enciclopedico”, ma letterario, in maniera da persuadere il lettore che si tratti della descrizione di una parte reale della vita umana.

 

Home Page Storia e Società