William Beare
I Romani a Teatro
Editori Laterza, 1986

William Beare, docente di Latino alle Università di Manchester e Bristol, illustra in questo saggio l’intera storia del teatro latino, evitando di lasciarla avulsa dalla quotidianità sociale della città.
Quindi oltre a parlare degli autori dei testi e dei generi, egli si sofferma piuttosto lungamente anche sulla preparazione di un spettacolo teatrale a Roma, sui mezzi, sulle infrastrutture architettoniche, sulle coperture finanziarie, sulla messa in scena e sul background culturale formato dal pubblico che si recava a vedere la messa in scena.
Ampio spazio quindi all’organizzazione del teatro romano, a come ci si muoveva dietro le quinte, prima, durante e dopo lo spettacolo (pensiamo ai teatri girevoli di Curione per esempio) e nel contempo a come dovevano assistere gli spettatori, perché ogni logica tipologia di messa in scena richiedeva una disposizione diversa per facilitarne la comprensione .
Spazio anche ai camerini degli attori, che non differivano molti da quelli dei divi odierni per finezza e mancanza di sobrietà e spazio alla tipologia di musica che soleva accompagnare l’intera opera dando i tempi e “pilotando” lo spettatore nell’atmosfera più corretta per immedesimarsi.
Un saggio interessante per chi ama il teatro e Roma.

Home Page Storia e Società